Alimenti e bevande / Caseificio

Emmi AG

Il gruppo aziendale Emmi AG, un’impresa di trasformazione casearia di Landquart (Svizzera), ha impiegato per la prima volta uno scambiatore di calore a piastre NT100X come pastorizzatore per latte di Kelvion PHE GmbH. Come risultato si è avuto un aumento di efficienza del 10%. Landquart è una città del cantone svizzero dei Grigioni. L’azienda Emmi AG, la più grande produttrice svizzera di formaggio, produce dal 1993 principalmente formaggio Raclette a Landquart. Di recente l’azienda si è posta due obiettivi: ridurre i costi energetici e allo stesso tempo incrementare ulteriormente la produzione casearia, che aveva già raggiunto il suo limite energetico. Per raggiungere questi obiettivi, l’azienda ha focalizzato la propria attenzione sul risparmio ottenuto con il processo di pastorizzazione del latte. Secondo i calcoli fatti da Emmi, per ottenere l’effetto desiderato sarebbe necessario aumentare il recupero di calore nel processo di pastorizzazione dal 91 al 94%.

Kelvion References Emmi AG

Il problema era dato dal fatto che con l’utilizzo dei tradizionali sistemi di pastorizzazione del latte, era praticamente impossibile raggiungere la combinazione desiderata tra un’elevata efficienza nel recupero di calore, un efficace programma di temperatura e un’elevata portata, in quanto gli impianti interessati avevano raggiunto i limiti imposti dalla fisica. Per risolvere la questione, Emmi ha esplorato nuovi territori, installando quindi un pastorizzatore multistadio NT100X di Kelvion PHE GmbH per il riscaldamento del latte. La serie NT aveva già dato ottimi risultati nel settore della produzione di birra e di bevande. Ciò ha convinto Emmi ad adottare il modello NT100X anche per l’industria lattiero-casearia. Da quando ha implementato l’NT100X, presso il suo stabilimento vicino a Coira (Svizzera) Emmi ha registrato un costante raggiungimento di circa il 10% di risparmio energetico nella pastorizzazione, in combinazione con un aumento della produzione da 12.000 a 15.000 litri all’ora. Inoltre, il gruppo Emmi ha ulteriormente incrementato la sua capacità produttiva in modo significativo, raggiungendo una produzione di 25.000 litri all’ora grazie all’aggiornamento dell’NT100X ad alta efficienza con un ulteriore pacchetto di piastre.

In definitiva, si è trattato dell’opzione più semplice, flessibile e conveniente per l’azienda. Il direttore dello stabilimento Werner Sutter a Landquart dichiara: “Da che ne ho memoria, Emmi è stato sempre un cliente di GEA. E Kelvion PHE GmbH può contare su oltre 80 anni di esperienza acquisita nella produzione di pastorizzatori per latte. Conseguentemente, abbiamo riposto grande fiducia nella serie NT”. Emmi era fiduciosa, anche se non esistevano praticamente prove concrete nell’industria lattiera a sostegno di questo sistema. Il fattore decisivo lo hanno fornito tuttavia le specifiche tecniche. Una volta che gli specialisti di Emmi hanno osservato il successo riscontrato dall’uso di NT nell’industria della birra, si sono convinti della sua efficacia ancora prima che lo scambiatore di calore a piastre di Kelvion fosse stato installato.Gli scambiatori di calore a piastre con guarnizioni della serie NT si distinguono per il profilo brevettato della piastra OptiWave. Nonostante le superfici di trasferimento del calore siano più piccole, questo profilo aumenta le prestazioni e di conseguenza riduce i costi di investimento e di manutenzione per il cliente. Le unità compatte della serie NT sono semplici da installare dal punto di vista della maneggevolezza e offrono un’innovativa tecnologia di guarnizione EcoLoc.Il pastorizzatore NT100X multistadio è dotato di nuove guarnizioni EcoLoc senza adesivi. Queste guarnizioni possono essere sostituite rapidamente e facilmente. In caso di manutenzione, ciò riduce al minimo i tempi di fermo della produzione. Inoltre, questo scambiatore di calore a piastre è dotato di un pacchetto di piastre autocentranti che garantisce un posizionamento ottimale delle piastre e, a sua volta, la sicurezza su cui l’utente può contare durante la pastorizzazione del latte. 

Kelvion References Emmi AG
Kelvion References Emmi AG
Kelvion References Emmi AG
Kelvion References Emmi AG

Il design asimmetrico delle piastre della serie NT ha impressionato positivamente i suoi utilizzatori, grazie al suo profilo di flusso ideale che assicura una fluidità uniforme e un effetto autopulente costante. In questo modo si riduce notevolmente l’accumulo di residui di vernice, il che consente di allungare i tempi di funzionamento. Il direttore dello stabilimento di Landquart, sig. Sutter afferma: “In genere, prima di risciacquare e pulire la macchina lasciamo che essa funzioni in produzione per dieci ore”. Ma la produzione di Landquart può durare anche per periodi di attività più lunghi, senza incontrare difficoltà in alcun momento. “Siamo infatti completamente soddisfatti del pastorizzatore e confidiamo nel fatto che ci consenta di produrre molto di più” sottolinea Sutter. È anche per questo motivo che lo scambiatore di calore a piastre NT viene aperto solo una volta all’anno per essere ispezionato, non presentando mai alcuna patina di residui. “A confronto, il modello che avevamo installato in precedenza richiedeva interventi di manutenzione più frequenti” dice Sutter, “perché in alcuni casi trovavamo accumuli di residui”. Il latte è un prodotto sensibile, che deve essere riscaldato delicatamente. Ciò richiede un lungo trattamento termico del prodotto. Allo stesso tempo, è anche necessario riscaldare il latte in un pastorizzatore multistadio per almeno 15 secondi a 72 °C. Questo è il passaggio necessario per inattivare eventuali microrganismi patogeni, seguito poi da un rapido raffreddamento del latte nell’ulteriore processo di pastorizzazione, atto a preservare proteine e vitamine. Tutto questo avviene in un apparecchio NT, un passaggio per sezione. Con il modello NT100X, il calore viene recuperato al 94% specificato, che è un livello elevato nell’industria lattiera. In questo caso sarebbe tecnicamente possibile raggiungere anche il 96%, ma ciò richiederebbe costi di investimento non remunerativi.

Sebbene non vi sia alcun obbligo per i produttori di apparecchiature di far approvare ufficialmente in Germania i propri eventuali nuovi sistemi per la pastorizzazione del latte, Kelvion PHE GmbH ha deciso di attenersi alla vecchia prassi certificando il suo nuovo sistema come pastorizzatore del latte. Il Dipartimento per la sicurezza e la qualità dei prodotti caseari e ittici del Max Rubner Institut in Germania ha concesso l’approvazione ufficiale della serie NT come riscaldatore del latte. Nell’ambito di questa approvazione, un esperto dell’Istituto Federale Tedesco di Ricerca ha visitato Emmi in Svizzera e condotto prove di omologazione nel processo di produzione in corso presso lo stabilimento di Landquart. Le prove di approvazione hanno riguardato l’efficienza del recupero di calore nello scambio termico, i dati caratteristici per calore e flusso, le differenze di flusso del latte dopo le prove dei tempi di attività in riferimento alle patine di residui, il controllo del flusso, le guarnizioni, nonché la qualità del servizio. Sutter riassume così gli esiti: “I risultati ottenuti erano in linea con l’esperienza che abbiamo maturato durante la manutenzione effettiva. Sarei rimasto sorpreso del contrario”. Sull’apparecchio NT100X di Sutter ora è apposto il marchio di conformità KI-E 670/10, che indica la certificazione per l’utilizzo nella lavorazione del latte. I seguenti modelli della serie NT sono certificati come pastorizzatori per latte ad alta temperatura e a breve durata (HTST): NT50, NT100, e NT150. Questi pastorizzatori possono essere equipaggiati con piastre di varie lunghezze, a seconda delle esigenze del cliente. L’azienda Emmi AG è stata fondata nel 1993, subentrando all’Associazione dei produttori di latte della Svizzera centrale di Lucerna, fondata nel 1907 e successivamente conosciuta come Swiss Dairy Food. Solo in Svizzera, Emmi gestisce nove stabilimenti di produzione e impiega 3.700 dipendenti. La sede centrale di questo gruppo internazionale è a Lucerna, in Svizzera. Nel 2010 il gruppo ha realizzato un fatturato netto di quasi 2,7 miliardi di franchi svizzeri, lavorando quasi un miliardo di litri di latte e panna. Emmi si concentra sulla produzione di formaggi e formaggi freschi, ma anche di latticini come latte, burro, quark, yogurt, bevande a base di latte, dessert e gelati. Emmi produce da sola 54 tipi di formaggio, dalla mozzarella al formaggio spalmabile, dalla fonduta al formaggio a pasta dura e semidura.

Per ulteriori informazioni

Kelvion Holding GmbHInviateci le vostre domande!
Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo su www.kelvion.com si accetta l’uso dei cookie.