La Nostra Storia

Da GEA a Kelvion

La transizione dagli esordi come GEA (nel 1920) alla trasformazione in Kelvion (nel 2015) è stata un percorso molto lungo.

L’origine della nostra attività di scambiatori di calore risale infatti al 1920, quando GEA fu fondata da Otto Happel come “Gesellschaft für Entstaubungs-Anlagen”. Nel corso dei primi decenni l’azienda ha sensibilmente ampliato le proprie attività relative agli scambiatori di calore, diventando un pronto innovatore nel settore dell’ingegneria termica e fissando standard tecnologici che sono stati poi diffusamente adottati. Nel 1999 GEA è stata acquisita da mg technologies AG (ex Metallgesellschaft), che nel 2005 è stata rinominata GEA Group AG. Nel 2010 GEA ha raggruppato in un unico segmento tutte le attività relative agli scambiatori di calore (“HX”). Nel 2014 GEA Heat Exchangers è stata acquisita dal fondo Triton.

Con un nuovo nome, il core business del precedente segmento degli scambiatori di calore di GEA è stato formalmente separato da GEA Group AG e sta seguendo ora la propria strada come Kelvion. Gli altri segmenti della divisione scambiatori di calore sono ora operativi con un proprio nome: DencoHappel (ex Air Treatment Business) ed Enexio (ex Power Cooling Solutions Business).

Il nome Kelvion rende omaggio a Lord Kelvin (1824-1907). Lord Kelvin formulò le leggi della termodinamica, e le unità assolute di temperatura sono indicate in kelvin in suo onore.

Le tappe fondamentali

1920: Otto Happel senior (classe 1882) fonda a Bochum la ditta GEA

Fondata il 2 febbraio 1920, GEA (abbreviazione del nome aziendale originale tedesco “Gesellschaft für Entstaubungs-Anlagen mbH”) era la creazione di un imprenditore con anima e cuore, un uomo dotato di una straordinaria conoscenza tecnica e desideroso di innovazioni tecniche pionieristiche.

 

1922: Happel crea un suo sistema di raffreddamento a circuito chiuso con tubi alettati ellittici

Per Otto Happel, il suo primo obiettivo era molto chiaro: introdurre in Germania il “raffreddamento a circuito chiuso” e svilupparlo il più rapidamente possibile per l’uso in grandi installazioni. Due anni dopo aver fondato la sua piccola impresa, Happel aveva già raggiunto questo obiettivo. Il suo sistema di raffreddamento a circuito chiuso si differenziava da quelli dei suoi concorrenti europei e d’oltreoceano per un unico aspetto, che però era molto importante. Al posto dello scambiatore di calore convenzionale (scambiatori a tubo tondo con alette avvolte o alette rettangolari pressate), Happel aveva installato il “tubo alettato ellittico”, la sua prima invenzione tecnica indipendente che ancora oggi costituisce un prodotto chiave nella gamma di scambiatori di calore GEA.

1925: l’azienda viene rinominata GEA Luftkühlergesellschaft mbH

Il 15 febbraio 1925, Happel ribattezza la sua società “GEA Luftkühlergesellschaft mbH” (Bochum). Grazie ai suoi prodotti brillantemente progettati, Happel si crea rapidamente un’ottima reputazione. Appena due anni dopo, sulla base dei tubi alettati ellittici, GEA sviluppa raffreddatori ad aria per trasformatori, raffreddatori aria-acqua per raddrizzatori, raffreddatori ad aria forzata per compressori, raffreddatori per locomotive diesel e rotaie a vapore.

1935: il condensatore raffreddato ad aria - una pietra miliare della tecnica

Nel 1935 Otto Happel, in collaborazione con l’ingegnere Dott. Kurt Lang, inizia lo sviluppo di condensatori ad aria per turbine a vapore fisse.

1948: muore Otto Happel senior

Proprio mentre era nel pieno delle attività e nutriva la speranza di un rilancio, Otto Happel viene a mancare il 26 dicembre 1948. La sua morte lascia un grande vuoto, perché lui non solo aveva plasmato la sua azienda con l’approccio e la visione di un ingegnere lungimirante dotato di idee pionieristiche, ma l’aveva anche saputa condurre attraverso la buona e la cattiva sorte come un uomo d’affari saggio e un organizzatore dinamico. Nonostante il parere contrario di amici e stretti collaboratori, la vedova Elisabeth Happel decide di continuare il lavoro del marito pensando al figlio Otto, nato nel febbraio 1948.

1953: viene avviata una nuova divisione

In principio, gli ingegneri di GEA avevano tentato di introdurre i tubi alettati ellittici nel riscaldamento. Anche se inizialmente questi sforzi non furono coronati da successo, dopo la guerra divennero il secondo passo importante verso la diversificazione e anche il punto di partenza per una nuova e redditizia divisione, quella dei convettori e dei generatori d’aria. Per meglio introdurre questi nuovi prodotti sul mercato, il 1° gennaio 1953 viene quindi fondata la prima filiale indipendente, denominata “GEA Konvektorenbau Happel KG”.

Anni ‘60: vengono costituite molteplici società all’estero

L’aumento della domanda di impianti e di attrezzature di GEA e la crescente domanda di produzione locale conducono negli anni ‘60 alla creazione di molteplici aziende all’estero. Nel 1961 viene fondata a Glasgow la “James Howden - GEA Ltd.”, una società in joint venture successivamente ribattezzata “GEA Airexchangers Ltd. London”, con uno stabilimento di produzione in Irlanda del Nord. Segue nel 1963 la costituzione di “GEA Scambiatori di Calore R.r.l.” in Italia e di “GEA Warmtetransport B. V.” nei Paesi Bassi. Nello stesso anno viene fondata a New York la “GEA Airexchangers, Inc.”. Nel 1964 viene fondata a Burgos la filiale spagnola “Compania GEA Iberica S.A.”, e successivamente la produzione viene spostata a Yurre, vicino a Bilbao, per superare le barriere tariffarie. Nel 1969 la “GEA Luftkühler GmbH & Co.” acquista l’85% delle azioni della “Renzmann & Grünewald KG” di Monzigen an der Nahe, per poi diventare produttrice specializzata di raffreddatori per trasformatori raffreddati ad acqua.

Anni ‘70: l’attività internazionale trova ulteriore espansione

La prima fase di espansione nel mercato statunitense si conclude con la realizzazione della società di ingegneria “GEA Power Cooling Systems, Inc.” a San Diego, California, USA (nel 1977) e della società di produzione “GEA Rainey Corp” a Tulsa, Oklahoma, USA (nel 1978). La seconda metà degli anni Settanta vede la costituzione o l’acquisizione di altre società, quali “GEA Aircooled Systems Ltd.”, in Sudafrica (1975), “GEA do Brasil Intercambiadores Ltda.” (1976), “GEA Power Cooling Systems, Inc.”, a San Diego, California, USA (1977), “GEA Rainey Corp.”, a Tulsa, Oklahoma, USA (1978) e “GEA Ergé-Spirale S.A.”, in Francia (1978).

1975: il Dott. Otto Happel junior assume la gestione

Dopo più di 25 anni alla guida dell’azienda, per motivi di salute Elisabeth Happel ne affida la gestione al figlio, il Dott. Otto Happel, che ha appena completato i suoi studi di ingegneria presso l’Università Tecnica di Aquisgrana e ha conseguito il dottorato.

1979: il Gruppo GEA lancia una nuova strategia

L’acquisizione di “Eduard Ahlborn GmbH” a Hildesheim in Germania coincide con l’avvio di una nuova strategia di diversificazione. Ahlborn, produttore di apparecchiature per la lavorazione degli alimenti, era specializzata in scambiatori di calore a piastre, il cui design termodinamico era già stato realizzato da GEA per migliorare i propri prodotti.

Anni ‘80: riorganizzazione e ulteriori acquisizioni

Gli ottimi progressi conseguiti dall’intero Gruppo GEA rendono necessaria nel 1980/81 una riorganizzazione di fondo in dipartimenti, divisioni e regioni, con al vertice una società di gestione centrale, la “GEA GmbH”. L’acquisto e/o la costituzione di ulteriori società, quali “Batignolles Technologies Thermiques S. A.” in Francia e “GEA Canzler GmbH & Co.” in Germania (entrambe nel 1985), “KÜBA Kältetechnik GmbH” in Germania (1987), “Happel Belgium N. V.” (1988), comportano per il Gruppo GEA un significativo aumento delle vendite e del personale nei settori di competenza, nonché l’acquisizione di ulteriore know-how nel campo dell’ingegneria alimentare e di processo. Nel 1988 sono circa 30 le imprese che appartengono così a GEA GmbH. In quell’anno, la struttura societaria viene nuovamente modificata e viene creata la nuova holding “GEA AG & Co.”, posta al vertice del Gruppo.

1989: trasformazione in società per azioni

Nel dicembre 1989 GEA diventa società per azioni e si presenta al pubblico come “fornitore globale e ampiamente diversificato di macchine, sistemi e componenti nel campo dell’energia, dell’ambiente e dell’ingegneria di processo”. Pertanto, dopo 69 anni di attività a conduzione familiare, il Gruppo GEA diventa una società ad azionariato diffuso.

Anni ‘90: ulteriori acquisizioni in Europa

Gli sconvolgimenti politici nell’Europa dell’Est rendono quest’area particolarmente interessante per l’industria della Germania occidentale. Nel 1992 GEA coglie quindi l’occasione per acquistare l’azienda “EGI Contracting/Engineering Rt.” a Budapest in Ungheria (raffreddamento a secco nelle centrali elettriche) e “LVZ a.s.” a Liberec nella Repubblica Ceca (riscaldamento, ventilazione, aria condizionata e filtri dell’aria). Tali acquisizioni interessano società operanti nei settori del trattamento termico ed energetico, del trattamento dell’aria e della refrigerazione, ossia nei settori tradizionali di GEA.

1997: riorganizzazione del gruppo

Dopo la crescita dinamica dei primi anni Novanta e a causa della recessione mondiale, gli anni successivi al 1995 segnano una fase di integrazione e consolidamento atta ad “assimilare” le nuove attività. Nel 1997 il Gruppo GEA è strutturato in 9 divisioni.

1999: il rilevamento da parte di MG

Nel 1999 GEA viene acquisita da mg technologies AG (ex Metallgesellschaft).

2004: ulteriori acquisizioni

Nel 2004 il gruppo acquisisce sia Goedhart, azienda specializzata nelle tecnologie di refrigerazione, sia WTT, azienda attiva nel settore degli scambiatori di calore a piastre.

2005: nuovo nome e acquisizione di FlatPlate e 2H Kunststoff

Nel 2005 il gruppo viene rinominato GEA Group AG. Nello stesso anno GEA acquisisce la società di scambiatori di calore a piastre FlatPlate negli Stati Uniti e l’azienda 2H Kunststoff, specialista nel settore sia dei riempimenti per torri di raffreddamento, sia del trattamento dell’acqua e delle acque reflue.

2006-2008: ulteriori acquisizioni

Nel 2006, il Gruppo GEA acquisisce le aziende ISISAN in Turchia e Denco e 2H Aqua nel Regno Unito. GEA passa quindi ad acquisire Aero Heat Exchanger (2007), Bloksma (2008), ViEx (2008), Caldemon Iberica (2008) e NEMA Air Fin (2008).

2010: riorganizzazione del gruppo

Le 9 divisioni di GEA vengono riorganizzate in segmenti tecnologicamente distinti. Il segmento più grande è rappresentato da quello degli scambiatori di calore (HX).

2011: acquisto di Mashimpeks

Con la grande acquisizione di Mashimpeks, GEA espande in Russia la propria attività nel settore degli scambiatori di calore a piastre.

2015: nel settore dello scambio termico si verifica un cambio di marca e compare Kelvion

Nell’agosto 2015, l’ex segmento degli scambiatori di calore di GEA lancia il suo nuovo marchio attraverso una fase di transizione. In questa fase, il segmento si concentra inizialmente sia sul core business, che nel corso dei decenni precedenti aveva rappresentato un punto di riferimento e di fiducia per i clienti, sia sui dipendenti, che contribuiscono a sviluppare i prodotti, a produrli con precisione e a distribuirli a livello globale. L’obiettivo è quello di fornire a entrambi degli ambiti di applicazione neutri che forniscano l’impronta della nuova personalità aziendale, indipendentemente dal marchio e dal logo. Entrambi i gruppi dimostrano di essere in grado di scoprire visivamente l’aspetto creativo di questa nuova personalità.

Nel novembre 2015, il precedente segmento degli scambiatori di calore di GEA viene formalmente separato da GEA Group AG e intraprende un proprio percorso con il nuovo nome “Kelvion”.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo su www.kelvion.com si accetta l’uso dei cookie.