Abbiamo il controllo su ciò che bolle in pentola

Birra

Birra e liquori erano già diffusi nell’antico Egitto. I birrifici e le distillerie come li conosciamo oggi esistono da circa 1000 anni: un lungo periodo di tempo nel quale sono stati sviluppati processi complessi e la gioia di bere birra e liquori ha fatto il giro del mondo.

Kelvion nei birrifici
Kelvion nei birrifici

Ora la Cina è il paese detentore del record, con il suo consumo complessivo di oltre 50 miliardi di litri di birra all’anno, e anche l’Africa rappresenta un mercato futuro interessante. Tutto questo si basa su un gigantesco mercato altamente industrializzato con una produzione internazionale annua di quasi due miliardi di ettolitri di birra. In uno sviluppo iniziato nel Nord America, i birrifici artigianali hanno stabilito una tendenza globale alternativa concentrata sulla produzione artigianale e su eccezionali variazioni di gusto, nonché sulla rinascita della lattina di birra. Anche nel campo della distillazione degli spiriti si registra un numero crescente di distillerie artigianali che, con la loro grande varietà di gusti, competono con i produttori industriali.

Il processo di fermentazione della birra e degli spiriti è in ogni caso simile e dipende soprattutto da un’ampia gamma di sistemi di controllo della temperatura e della pressione. Questa situazione fa dell’uso efficiente dell’energia un tema chiave, così come la produttività e l’affidabilità. I nostri scambiatori di calore a piastre svolgono un ruolo importante nella produzione industriale e artigianale, così come gli scambiatori di calore raffreddati ad aria e gli scambiatori a fascio tubiero. Tutti questi modelli garantiscono la massima redditività grazie al recupero del calore, al comodo funzionamento, alla delicatezza di gestione del prodotto e alla massima igiene.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo su www.kelvion.com si accetta l’uso dei cookie.