Alimenti e bevande / Birrificio

Birrificio Füchschen

Siamo nel centro storico di Düsseldorf. Le case sono disposte in fila, una dopo l’altra, e vi sono pub a perdita d’occhio. Si dice che la capitale della Renania settentrionale-Vestfalia sia il bancone più lungo del mondo. Proprio in mezzo a tutto ciò e direttamente sulle rive del Reno si trova il birrificio Füchschen, un micro-birrificio a conduzione familiare che propone birra e tradizione.

Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery

La famiglia Füchschen produce la birra Füchschen Alt, una specialità regionale che nasce nel cuore della città vecchia fin dal 1848, ma anche la birra di frumento, la birra Alt analcolica, la limonata e lo spritz al rabarbaro biologico, e ora persino una birra Pils. Ciò fa dell’azienda a conduzione familiare il primo birrificio di Düsseldorf a produrre il tipo di birra a bassa fermentazione preferita dai tedeschi, che copre una quota di mercato del 55%. Di recente, la capacità produttiva dell’azienda è stata incrementata a seguito dell’ampliamento (durato un anno) delle cantine di fermentazione e conservazione. Proprio accanto alla sede originale di Füchschen, un vecchio parcheggio sotterraneo è stato svuotato e poi dotato delle più moderne tecnologie di produzione della birra e della relativa tecnologia di raffreddamento. Sei radiatori a soffitto ad alte prestazioni Kelvion creano le necessarie condizioni per i diversi ambienti di raffreddamento della birra sia Alt sia di altre varietà.

L’impianto di refrigerazione è stato progettato e costruito dalla ditta “Birgels Prima Kälte Klima GmbH & Co. KG” con sede a Meerbusch. Birgels rifornisce quasi tutti i birrifici del centro storico di Düsseldorf, che devono affrontare la stessa sfida, e cioè la crescente sete di specialità di birra artigianale. Ovunque sono andate esaurendosi le varie capacità di fermentazione e conservazione. Nel centro storico non c’è più spazio per un’espansione strutturale. Negli ultimi 22 anni, il birrificio Füchschen ha aumentato la sua produzione da 9.500 a 36.000 ettolitri. D’altra parte, ha esaurito le proprie capacità di fermentazione e conservazione. Eppure la birra ha bisogno di maturare.

La fortuna di Peter König, CEO del birrificio Füchschen, è stata quella di scoprire che proprio lì vicino c’era un parcheggio sotterraneo in disuso che era stato trasformato in pista da bowling. Quello superficie di 400 metri quadrati rappresentava pertanto uno spazio potenzialmente disponibile in una delle posizioni migliori possibili, in cui era possibile raddoppiare le proprie capacità, ma che tuttavia era caratterizzato anche da forti limitazioni di altezza in termini di ingegneria strutturale. Il vantaggio i lavori di costruzione e installazione non avrebbero influito sul processo di produzione, grazie alle vecchie cantine di fermentazione e conservazione e alla tecnologia esistente, che rimanevano estranee all’intervento e che avrebbero pertanto continuato a essere pienamente funzionanti. Lo svantaggio: la limitazione dell’altezza avrebbe richiesto una soluzione creativa per risolvere il problema dell’installazione delle nuove tecnologie di raffreddamento, cioè proprio di quell’ambito di cui Birgels è l’esperto riconosciuto in tutta l’area di produzione di birra di Düsseldorf.

Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery
Kelvion References Refrigeration Füchschen Brewery

A causa della carenza di spazio, è stato necessario collocare un condensatore di Kelvion su una porzione di tetto, dopo che lo si era sollevato e adagiato oltre la facciata dell’edificio per mezzo di una gru in una giornata domenicale. Ora il condensatore si trova posizionato all’esterno. “Ciò significa che è soggetto ai limiti di rumorosità di 28 decibel fissati dalla città di Düsseldorf” commenta il tecnico esperto in refrigerazione Friedrich Birgels. I sei silenziosi ventilatori EC a velocità regolata rimangono al di sotto del limite anche quando sono a pieno carico. Nella sala macchine è stato possibile alloggiare i tre compressori compatti dell’impianto di refrigerazione centralizzato, che funzionano con fluido R134A.

A causa del dimensionamento dei serbatoi nella cantina di conservazione, non c’era più spazio disponibile per i raffreddatori ad aria. Per ottenere la massima capacità di conservazione possibile attraverso l’espansione, Birgels ha quindi installato i raffreddatori a soffitto ad alte prestazioni di Kelvion del tipo DZAE45-F41, che grazie alla loro compattezza consentono un utilizzo ottimale dello spazio e che soffiano uniformemente su entrambi i lati. Ciò permette al flusso d’aria di raggiungere gli angoli più distanti della cella frigorifera, garantendo tempi di raffreddamento ottimali, condizioni climatiche uniformi nell’ambiente e anche il raffreddamento dei prodotti.

“Installo solo i raffreddatori ad aria Kelvion del tipo Küba. Si tratta di un vero e proprio prodotto di alta qualità con cui non abbiamo mai avuto problemi. Anche il suo rapporto prezzo-prestazioni è eccellente” afferma Birgels. Anche i maestri birrai Füchschen sono convinti della qualità. “Da decenni i raffreddatore ad aria di Kelvion raffreddano le nostre cantine di fermentazione e conservazione in modo affidabile, garantendo una temperatura ambiente costante. Sono fatti convincenti” aggiunge il mastro birraio Michael Ruf (29).

La temperatura di evaporazione nella cantina di fermentazione è di -10 °C e -5 °C nella cantina di conservazione. A causa della differenza della temperatura di evaporazione, è stato necessario installare due tubazioni di aspirazione. Una volta che la birra è maturata nelle otto vasche di fermentazione, essa viene raffreddata con acqua a 0 °C per interrompere il processo di fermentazione. A tal fine, l’acqua viene pompata attraverso tubazioni a spirale situate nel serbatoio, raffreddando la birra da 26 °C a 11 °C. La birra viene quindi nuovamente pompata negli otto serbatoi della cantina di conservazione e raffreddata fino a 2 °C nel giro di sette giorni.

I sei radiatori a soffitto installati nella cantina di conservazione sono dotati della massima protezione anticorrosione. Le custodie sono zincate Sendzimir con rivestimento a polvere su entrambi i lati; le piastre terminali sono in acciaio inox. Le alette sono rivestite con resina epossidica. I tubi del refrigerante e gli scarichi di condensa dei raffreddatori ad aria sono in acciaio inox. “Ciò ci consente di prevenire l’eventuale corrosione” spiega Birgels.

Friedrich Birgels ha fondato la sua azienda nel 1997 e si è ampliato abbastanza rapidamente. Nel 2001 Birgels aveva già 15 dipendenti. Oggi in azienda lavorano ben 45 persone specializzate. Oltre alla sede centrale di Meerbusch, l’impresa ha anche una sede a Düsseldorf e un’altra a Francoforte. Birgels Prima Kälte Klima GmbH opera in tutta la Germania. Tra i suoi clienti vi sono noti operatori del settore della ristorazione come McDonald’s, Burger King, KFC, Pizza Hut, Gate Gourmet, LSG Sky, nonché il birrificio di Düsseldorf e il settore della ristorazione in generale.


Per ulteriori informazioni

Kelvion Holding GmbH
Kelvion Holding GmbHInviateci le vostre domande!
Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Proseguendo su www.kelvion.com si accetta l’uso dei cookie.